BARRANCO DEL GARABATO 

Difficoltà:  Facile

Lunghezza:  3.9km

Sommario:

Il burrone di Garabato emerge sul versante meridionale del Morro Janana, a sud-ovest di Antigua, ed è collegato al burrone La Vega Vieja, creando il burrone di Agua de Bueyes, che è l'omonimo per il villaggio situato tra Morro de la Mina, Majada del Charco e Morro del Risco.

1/19

Dettagli:

Il punto di partenza di questo percorso è la cappella di Nostra Signora di Guadalupe. Questa piccola chiesa esiste grazie alla signora Maria Gutiérrez, che ottenne la licenza di costruzione  nel 1642. Nel settembre del 1731, la cappella fu dedicata a "Nuestra Señora de la Virgen de Guadalupe" con una bella scultura del XVIII secolo proveniente dal Messico. Da non perdere i grandi dipinti su tela nella cappella.

Mentre andate a ovest lungo la gola, vedrete rapidamente enormi palmeti che vi accolgono in questo percorso. Quasi tutto il percorso si snoda attraverso gavias (un sistema di coltivazione tradizionale unico a Fuerteventura), pozzi e mulini, e anche alcuni resti di ruote idrauliche (un sistema meccanico utilizzato per attingere l'acqua dai pozzi).

Presto raggiungerete un bivio nel sentiero noto come Cuesta de la Villa, che funge da incrocio con un altro sentiero segnalato che conduce alla città di Betancuria. Questo incrocio ha anche una piccola area di sosta. Continua a destra, sul sentiero che porta a nord verso el Rincón del Garabato. Da questo punto, sarete già in grado di vedere vaste piantagioni di fichi d'india; queste piante furono importate dalle Americhe all' Isola, dove si diffusero rapidamente e furono usate per i loro frutti commestibili e anche per la cocciniglia, un insetto parassita che vive su questi cactus e che veniva raccolto per produrre una tintura naturale. Ritorno lungo lo stesso percorso, a meno che non preferiate collegarvi con il sentiero che conduce a Betancuria.